Viaggio ad Halkidiki: alla scoperta di un luogo incredibile

39
Halkidiki

Oggi vogliamo presentarti una delle più belle mete di viaggio della Grecia. Halkidiki – o anche la Penisola Calcidica, come è stata rinominata in italiano – è una destinazione di viaggio non ancora ampiamente affermata e fa parte delle isole della Grecia meno turistiche. La sua mancata popolarità, tuttavia, va a suo beneficio, poiché ne tutela la bellezza e la reputazione da località quieta e tranquilla.

L’atmosfera silenziosa e pacifica, allo stesso tempo, non ne pregiudica lo sviluppo: sono molte infatti le attività che possono essere praticate sulla penisola, dall’escursionismo ad un tour delle spiagge.

Le baie sono, come per ogni cittadina peninsulare e insulare greca, il fiore all’occhiello del posto.

Diverse sono le località da tenere in considerazione durante il soggiorno: Kassandra e Sithonia sono quelle principali. Tra baie e villaggi, il tempo scorre in fretta. Quando cala la sera, per fortuna, Halkidiki regala il suo volto inedito: la vita notturna del posto è elettrizzante, accesa da localini e taverne greche in cui poter assaggiare le specialità del posto. Ce ne siamo innamorati dopo aver trovato numerose offerte per Halkidiki su Voyage Privè.

Ma scopriamo insieme quali, nello specifico, sono le tappe da non perdere.

Kassandra

Se per il vostro soggiorno desiderate un’atmosfera vivace, allora il posto dove soggiornare è sicuramente Kassandra. La penisola è infatti costellata di resort di lusso, hotel e stabilimenti balneari di tendenza. La night life qui è elettrizzante, poiché l’intrattenimento viene ben distribuito tra localini, ristoranti e taverne. Non mancano ovviamente le spiagge, che qui si mostrano nella loro veste più affascinante.

mare della Grecia

Sithonia

Sithonia è invece una località più adatta a chi spera in una permanenza tranquilla, a contatto con la natura e quindi molto più wild. La natura qui fa sentire il suo ruggito e riversa tutto il suo fascino sulle spiagge, circondate da un mare cristallino.

Non manca comunque una leggera movida e ibeach bar in cui poter fare aperitivo.

Monte Athos

Chi cerca un contatto con la spiritualità dovrà recarsi ad est, sulla penisola del Monte Athos. Il posto, tuttavia, è remoto e inaccessibile, poiché popolato unicamente da monaci ortodossi.

L’accesso è dunque vietato alle donne e a chiunque non abbia un permesso. L’unico modo per visitare la zona è via mare con un’escursione in barca.

Tempio di Ammon

Il tempio di Ammon è un antico luogo di culto e un sito archeologico e culturale di grande importanza. Trattasi dei resti di un’antichissima sacra struttura, probabilmente risalente al IV secolo a.C. La visita è gratuita e anche breve, poiché il sito è piccolo e godibile in meno di 10 minuti. Poco lontano dal posto, si trova una graziosa spiaggetta.

Ouranopoli

Infine vi consigliamo di far visita alla cittadina di Ouranopoli. Tappa obbligata per chi ha il permesso speciale per visitare il Monte Athos: è da questa zona infatti che partono le imbarcazioni per raggiungere il luogo sacro.

Ouranopoli può essere considerata anche una buona zona dove dormire, poiché piena di taverne e di hotel molto graziosi. Vi è inoltre una leggenda che ruota intorno al posto: la storia è legata al Cristianesimo e vede Maria, madre di Gesù, giungere fin qui.

Si narra che fu proprio per un omaggio alla Santissima Vergine che vennero chiusi gli accessi del Monte Athos a tutte le altre donne.

isola della Grecia