Viaggi per volontariato ambientale: cosa sono e come si svolgono

51
viaggi per volontariato ambientale

La tutela dell’ambiente e della natura sono tematiche che stanno molto a cuore a migliaia di persone che sono attente, durante la loro quotidianità, a rispettarli e a tutelarli. Infatti, l’ambiente purtroppo risente molto delle azioni dell’uomo, dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento e sta proprio a noi essere umani tentare di salvaguardarlo e preservarlo anche per le generazioni future e per consentire loro di beneficiare di tutti i doni che proprio la natura ci fa. Ecco perché un’iniziativa molto nobile a riguardo e che sta riscuotendo molto successo soprattutto fra i giovani, è il volontariato ambientale. In particolare, si tratta di viaggi di volontariato in Italia e all’Estero con lo scopo di salvaguardare l’ambiente e la natura.

Che cosa sono i viaggi per volontariato ambientale

In generale, quando si parla di volontariato ambientale si fa riferimento alle giornate in cui vengono svolte delle attività a difesa del patrimonio naturalistico di un certo territorio.

Si può trattare, dunque, di una giornata in cui vengono ripulite spiagge o boschi oppure svolti progetti di educazione ambientale.

Quando, invece, si parla di viaggi per volontariato ambientale, ci si riferisce, invece, a dei campi di volontariato che possono durare alcuni giorni o anche mesi.

In questo caso, a differenza delle giornate singole di volontariato ambientale, potrebbe essere prevista una quota di partecipazione per prendere parte al campeggio: questa quota comprende spesso il vitto, l’alloggio e il trasporto verso la zona in cui si svolgerà quella iniziativa. Se ti interessa questa esperienza, puoi guardare l’elenco dei viaggi volontariato su keep the planet.

I motivi per cui partecipare ad un viaggio per volontariato ambientale

C’è più di un motivo che rende piacevole e lodevole l’esperienza di un viaggio per volontariato ambientale. Si fa del bene per l’ambiente in maniera concreta, con delle attività e delle azioni che mirano a ripristinare la bellezza di un certo territorio (un sentiero, una spiaggia, un parco nazionale).

Per tutti gli amanti della natura, c’è l’opportunità di restare a contatto con essa per tutta la durata dell’iniziativa. Si conoscono nuove persone con interessi comuni, l’impegno civile e l’amore per l’ambiente e la natura.

Si arricchisce il proprio bagaglio culturale facendo un’esperienza diversa da quelle che in genere si compiono abitualmente.

Proprio a questo proposito, c’è da dire che chi decide di partire per fare volontariato ambientale lo fa con la consapevolezza di non star facendo un viaggio “tradizionale”.

Spesso, infatti, le mete di questi progetti sono posti da sogno in cui generalmente si trascorre una vacanza all’insegna del relax e del divertimento.

Chi fa volontariato ambientale, invece, sa che quella che si appresta a vivere non sarà propriamente una “vacanza di piacere” ma un’esperienza formativa e arricchente che mira a fare del bene alla natura mediante varie attività come la pulizia di spazi comuni, prendersi cura degli animali.

Si diventa più consapevoli delle tante ricchezze che la natura ci dona e di come, in concreto, preservarle nelle azioni quotidiane (questo è lo scopo dei progetti di educazione ambientale che vengono spesso affrontati durante un viaggio per volontariato ambientale).