Noleggio barche a vela alle isole Eolie per un itinerario da sogno

133
isole Eolie

Visitare le isole Eolie rappresenta sempre un’esperienza molto interessante. Il famoso arcipelago colpisce per le sue bellezze paesaggistiche. Un’esperienza che può diventare ancora più bella, se decidi di utilizzare la barca a vela per esplorare la natura incontaminata di queste isole vulcaniche. Ma qual è l’itinerario più adeguato per scoprire in maniera particolare queste zone fatte di spiagge, vulcani e natura incontaminata? Innanzitutto ti diciamo subito che per raggiungere più facilmente le isole Eolie potresti partire direttamente da Capo d’Orlando o da Sant’Agata di Militello, due cittadine che si trovano proprio davanti alle isole. Scopriamo poi l’itinerario che puoi compiere.

Alla scoperta di Alicudi, Filicudi e Salina

Nel tuo itinerario alla scoperta delle isole Eolie puoi usufruire di servizi di noleggio barche a vela che ti portano direttamente a visitare le zone più belle dell’arcipelago. A circa tre ore di navigazione dai punti di partenza che ti abbiamo suggerito, puoi raggiungere l’isola di Alicudi. Quest’isola è dominata da un vulcano alto 700 metri.

È un’isola piccolissima, che ha meno di 200 abitanti, le cui case si dispongono lungo un’unica via. Per spostarsi non ci sono automobili, visto che gli spostamenti si possono fare molto comodamente a piedi.

Procedendo con la barca a vela puoi arrivare a Filicudi. Qui abitano poco più di 200 abitanti. Le attività prevalenti per i turisti sono quelli che riguardano il mare oppure le escursioni sulla montagna.

Prosegui da Ovest verso Est e arrivi a Salina. Quest’isola vanta un approdo importante che è quello di Santa Marina oppure in alternativa puoi scegliere come punto di arrivo il porto di Rinella. L’isola si trova precisamente a Nord di Lipari. È famosa per il fatto che proprio in questo luogo è stato girato il film Il Postino, di Massimo Troisi. Colpisce soprattutto per le caratteristiche dei tipici villaggi dei pescatori che si possono visitare procedendo in bicicletta.

Alla scoperta di Lipari, Vulcano, Panarea e Stromboli

Una tappa nelle isole Eolie non può che avere anche Lipari, che è la più grande isola dell’arcipelago. Navigando a 8 nodi puoi raggiungere l’isola a 45 minuti partendo da Salina. L’approdo turistico più famoso è il Pignataro. L’isola è famosa anche per le miniere di ossidiana e di pietra pomice.

Vulcano è l’isola situata proprio di fronte a Lipari. Sono caratteristiche le fumarole di zolfo fangoso e le pozze che contengono fanghi di carattere terapeutico. L’odore di zolfo è a volte molto difficile da sopportare. A volte ci si ritrova ad avere a che fare anche con delle emissioni di gas sulfureo sott’acqua.

Panarea è famosa per il fatto di essere frequentata da turisti vip. Non mancano infatti le imbarcazioni di lusso che approdano nei suoi porti. E poi l’isola di Stromboli, l’unica che ha un’attività vulcanica visibile. Spesso si organizzano delle escursioni notturne in barca, in modo che i turisti possano ammirare la lava che fuoriesce dal cratere principale.

A volte sono organizzate anche delle escursioni che permettono di arrivare direttamente al cratere del vulcano. Famosa di Stromboli è la sciara del fuoco, una zona in cui è visibile la colata lavica che, fuoriuscendo dal cratere, scende lungo le pendici del monte.