Macao, Las Vegas e non solo: le città diventate celebri (anche) per il gioco

46
città gioco

In giro per il mondo sono numerose le città che ogni anno attirano migliaia e migliaia di turisti. I motivi possono essere molteplici. Basta qualche singolo monumento, il cibo locale oppure un’attrazione particolarmente interessante. Sicuramente Las Vegas è già nell’immaginario popolare: la “Las Vegas Strip” è una delle strade più visitate del globo, attorniata nelle sue 4 miglia da palazzi e edifici dalle luci sfavillanti. Per i media Las Vegas è la città dove tutto è possibile ed effettivamente per chi ama fare le ore piccole è l’ideale. È da queste parti che sorgono infatti le più imponenti sale da gioco, che spesso fanno parte dell’architettura di resort e hotel con tanto di piscine.

Anche in Italia ci sono dei luoghi divenuti famosi sia per le bellezze culturali sia per il gioco. A Venezia, dove 300 anni fa nacque il primo vero casinò della storia, è possibile apprezzare il Ponte di Rialto, la Basilica di San Marco e il Palazzo Ducale. Tra l’altro, più di una sala di Las Vegas si è ispirata a quelle nostrane. Tuttavia, per quel che concerne strettamente il casinò, lo Stivale ha perso da tempo il suo fascino e i giocatori più assidui preferiscono recarsi all’estero e sfruttare l’opportunità di una vacanza per sedersi anche a qualche nuovo tavolo verde. Benché Sanremo sia ormai celeberrima per il festival annuale della canzone, il casinò municipale non gode del successo che si potrebbe pensare.

Come intuibile, in America si trovano le sale più ricercate dagli appassionati. La fortuna di questi posti è che ognuno di essi ha da offrire anche sotto il profilo artistico. Non esiste soltanto Las Vegas in America: i casinò del Bellagio e del The Cosmopolitan, ad esempio, consentono una visione paesaggistica mozzafiato, ma di certo mai paragonabile a quella del Seneca Niagara Resort & Casino, che si erge proprio accanto alle cascate del Niagara. Uno spettacolo davvero imperdibile per chi si trova nei pressi.

Spostandoci direttamente in un altro continente, invece, non si può non citare Macao, in Cina. La città asiatica è famosa soprattutto per la cattedrale di San Paolo e per la Macau Tower, per non parlare della Chiesa di San Giuseppe Operaio, ma si contano anche parecchie sale da gioco che somigliano a quelle a stelle e strisce. Il centro storico di Macao è addirittura bene protetto dall’UNESCO. Anche nei Paesi meno ricchi come il Sudafrica, comunque, si trovano edifici sfarzosi, in primis il Tusk Rio Casino di Klerksdorp.

Va da sé che la maggior parte delle sale fa leva sulla tradizione e sull’aspetto folkloristico. Nonostante il gioco virtuale abbia conosciuto un boom non indifferente negli ultimi anni, i casinò dal vivo continuano ad avere bene o male un certo seguito. Forse non tutti sanno cosa sono e come funzionano le slot VLT, ma è probabile che nel prossimo futuro strapperanno alle sale vere e proprie, tradizionali, una buona fetta di utenza. Alcuni casinò rinomati sono già stati costretti a chiudere dopo l’insorgere delle piattaforme di gioco online e l’impressione è che a lungo andare il trend verrà confermato.