L’antifurto senza fili: come funziona il sistema per difendere la casa

319
antifurto wireless

L’installazione di un impianto antifurto all’interno della propria abitazione è da tempo un legittimo desiderio di molti, per tenere tutti i propri beni e soprattutto la famiglia al sicuro sia quando ci si trova all’interno dell’edificio, sia quando lo si lascia vuoto per recarsi al lavoro o per trascorrere un periodo di vacanza altrove.

Tuttavia, possedere un dispositivo di questo genere non è mai stata una cosa alla portata proprio di chiunque: infatti, si è sempre trattato di strumenti notevolmente dispendiosi, sia per l’elevatissimo livello tecnologico dell’impianto stesso, sia per il costo della manodopera necessaria per l’installazione.

Al giorno d’oggi, invece, la situazione è completamente diversa: infatti, grazie all’invenzione degli antifurti senza fili, è possibile installare questi impianti in maniera completamente autonoma, soltanto seguendo il manuale con le istruzioni d’uso. Si tratta peraltro di procedure alquanto semplici, che possono essere eseguite senza particolari difficoltà né problematiche da chiunque: sono infatti del tutto simili a quelle di qualunque altro modello di elettrodomestico.

Come funzionano i dispositivi antifurto wireless

Gli impianti antifurto senza fili funzionano connettendosi automaticamente alla rete wireless (o radio), in maniera del tutto simile ad altri dispositivi di uso comune, come computer, tablet, smartphone, smart-speaker.

Possono essere collegati al proprio smartphone per essere sempre tenuti sotto controllo: questi dispositivi sono infatti in grado di inviare una notifica in tempo reale nel caso in cui dovesse verificarsi una violazione delle norme prestabilite (ad esempio, nel caso in cui entrasse in casa, o anche solo cercasse di entrare, una persona non autorizzata), e sono inoltre azionabili e regolabili da remoto via internet, da qualunque altro punto del mondo.

Come si compone un impianto antifurto wireless

Il primo, fondamentale componente di un antifurto di questo tipo è la centralina: il suo ruolo è paragonabile a quello del cervello di tutto l’intero sistema, consiste infatti nel meccanismo che capta i segnali provenienti dalle altre parti, li rielabora e prende la decisione su come intervenire. Per esempio, fa scattare l’allarme sonoro oppure invia una notifica sullo smartphone del proprietario.

La seconda parte di basilare importanza è costituita dai sensori, in grado di rilevare sia i movimenti sia le eventuali vibrazioni, per poi inviarli alla centrale, e dalla “sirena”, tecnicamente definita “dispositivo di segnalazione”.

Il modulo GSM, ancora in utilizzo, è tuttavia destinato ad una lenta ma graduale scomparsa. Il suo ruolo è infatti quello di inviare un messaggio di segnalazione al padrone di casa o alle forze dell’ordine in caso di problemi, ma viene impiegato con frequenza sempre minore in quanto i nuovi impianti funzionano grazie al Wi-Fi e non alla rete GSM.

Se dovesse verificarsi una momentanea assenza di corrente elettrica, con conseguente disattivazione del modem, questo dispositivo è talmente evoluto da essere in grado di segnalare l’assenza di elettricità.

Da ultimo, ma fondamentale, va evidenziata la presenza delle telecamere di sicurezza, il cui ruolo è quello di inquadrare la presenza di eventuali ospiti indesiderati.

Quali vantaggi offre un sistema antifurto wireless

Rispetto ad un impianto tradizionale, un antifurto senza fili offre numerosi vantaggi: innanzitutto, l’assenza di cavi elettrici diminuisce notevolmente, per non dire annulla, il rischio di manomissioni tramite tranciamento dei cavi elettrici. Inoltre proprio il funzionamento grazie alla rete Wi-Fi di casa rende questi meccanismi molto più semplici da installare e da utilizzare rispetto a quelli precedentemente disponibili.

Il risparmio economico è un altro punto in netto favore di questi tipi di impianti: poterli installare in casa propria in maniera totalmente autonoma, solo con l’ausilio di un semplice libretto di istruzioni, permette infatti di non doversi rivolgere ad un tecnico specializzato.

Va inoltre messo in evidenza che si tratta di dispositivi già di per sé meno dispendiosi rispetto ai modelli in uso anni fa.

Tra i prodotti disponibili in commercio possiamo segnalare i vantaggi dei kit antifurto di CasaSicura.it, che sono completi di tutti gli accessori necessari ed utili, oltre che configurati e pronti all’utilizzo. Questi kit sono semplici da installare e allo stesso tempo si caratterizzano per essere sicuri e dalle ottime prestazioni.

I prodotti disponibili all’interno dei kit di CasaSicura funzionano via radio e non hanno la necessità, per l’installazione, di provvedere a lavori di muratura o vari interventi di predisposizione complessi. Il sistema antifurto proposto da CasaSicura è pronto per l’utilizzo, visto che basterà posizionare in casa gli accessori e tutti i vari sensori forniti con il kit.