domenica 20 aprile 2014

Antichi mestieri in Sicilia, lu stazzunaru

di
antichi-mestieri-sicilia-lu-stazzunaru

Lu stazzunaru può essere tradotto come “il lavoratore di argilla”. Si occupava infatti di fabbricare mattoni, tegole, “quartari” e molto altro ancora.

Si trattava di un lavoro che la mattina iniziava molto presto, all’alba. La creta veniva impastata con i piedi e poi ci si metteva al lavoro per realizzare gli oggetti che venivano richiesti.

Gli oggetti messi a punto con l’impiego dell’argilla venivano lasciati per alcuni giorni ad essiccare al sole e poi venivano messi nella fornace per essere cotti. La cottura durava una notte intera.

Commenta

Invia il commento

Condividi

Articoli correlati

Close
Ci lasci un mi piace?
Clicca mi piace per leggere!